Cani da guardia

Sicurezza Abitativa Anticrimine di Torino, è nata la F.I.C.G. – Federazione Italiana Cani da Guardia. Ormai tutti sanno e molti lo hanno già provato a “proprie spese” che possedere un cane appartenente ad una razza classificata come tale non significa sempre godere di un soggetto che sappia fare il suo "mestiere", anzi! Quanti cani ho visto nella mia vita che a 4/5 anni non sapevano minimamente cosa significasse fare la guardia!

Portale sui cani da guardia

La FICG sarà aperta a tutte le razze notoriamente classificate da guardia ma non escluderà le altre anche se da caccia, da difesa, da presa, da soccorso o addirittura meticci se capaci di svolgere il NOBILE ruolo. Questo perché nonostante io allevi da anni una razza che dovrebbe essere specifica per la guardia ho visto troppe volte Pastori dell’Asia Centrale (sia in Italia che nei loro paesi d’origine) magari forti ed aggressivi ma completamente privi di ogni senso di diffidenza dall’essere umano sconosciuto. Per contro mi è già capitato di incontrare cani tipo Labrador, Terranova, vari cani da caccia, etc.. che se la sapevano cavare egregiamente in tal senso. Chi ha già letto il mio primo libro "GUARDIANI SI NASCE", ricorderà i racconti di un mio cane da caccia di nome REM, di razza Drahthaar e di un altro ARGO di razza Espaniel Breton che non avrebbero sicuramente sfigurato nei confronti di quelli allevati e venduti oggi per idonei alla mansione.

Cani da difesa

La Federazione avrà anche l’obiettivo di informare, assistere e promuovere tutti gli allevatori, professionisti ed amatoriali, che vorranno operare onestamente mantenendo le promesse fatte ai loro acquirenti sui cuccioli destinati alla guardia. Formare ed associare tutti i proprietari ed appassionati di cani che vorranno approfondire la loro cultura cinofila sul cane da guardia.

Cane per difesa personale

Il CIG - Certificato di Idoneità alla Guardia FICG sarà l’unico documento ufficiale della Federazione che attesterà le attitudini del cane nel saper svolgere il lavoro di guardiano ed il Certificato Genealogico Caratteriale CGC (da leggersi cigici) certificherà ufficialmente la capacità di svolgere il ruolo di guardiani di tutti i genitori e progenitori del cane iscritto. Con l'emanazione del CGC non è utopistico pensare che in meno di dieci anni chiunque potrà acquistare in Italia un cucciolo sapendo precisamente se i suoi antenati erano buoni guardiani oppure no.

Cani da presa

A fronte di queste considerazioni è però doveroso specificare cosa intenderà la federazione per “CANE DA GUARDIA”.

<span style="font-family: verdana, arial, helvetica, sans-serif; font-size: 10pt">20/21 Ottobre Corso e Stage sul Cane da Guardia (COME DIFENDERSI IN CASA DA FURTI E RAPINE)</span><br />
20/21 Ottobre Corso e Stage sul Cane da Guardia (COME DIFENDERSI IN CASA DA FURTI E RAPINE)
A Peveragno CN: Sabato 20 Ottobre 2018 Corso Base sul Cane da Guardia Anti Intrusione - Domenica 21 Ottobre 2018 Stage per ottenere la qualifica di Ispettore Federale FICG. Il “VERO” cane da guardia (quello di fort... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO »
RAZZE CANINE
Australian Terrier
L'Australian Terrier, si dice che sia un ottimo cacciatore di topi. La razza non è molto popolare in Europa, forse perché non vi trova nessun impiego pratico, per cui esso è finito col diventare uno dei tanti cani di lusso.
Egli è molto simile allo “Yorkshire” nel suo aspetto. La sua origine, come dice il nome, è in Australia, ma la sua “culla di evoluzione” è stata senza dubbio la Gran Bretagna. La persona che è riuscita ad impiantare i caratteri di questa particolare razza, è stata la Contessa di Stradbroke, che riuscì con il passare degli anni a fissare un tipo omogeneo. I suoi progenitori sono tutta una serie di terriers inglesi, come il “Norwich”, lo “Yorkshire”, il “Patterdale”, e altre razze. Principalmente sono stati utilizzati, per creare questa razza, gli “Yorkshire” importati in Australia dai colonizzatori europei. Il primo Club di razza fu fondato in Australia nel 1887. Nell’anno 1933 la razza venne inserita nel Libro Origini Inglese. Pian piano la razza acquistò popolarità e cominciò ad essere allevata in modo soddisfacente, fino a conseguire i primi titoli riconosciuti a livello internazionale. La razza dall’ultimo decennio dell’Ottocento fu introdotta negli USA, dove divenne molto popolare, e in seguito si diffuse in tutta Europa. Lo standard di razza fu approvato in Australia nel 1961.
Cane di piccola taglia, mesomorfo dolicocefalo. Una delle sue caratteristiche tipiche che lo contraddistingue da tutte le altre razze è il particolare ciuffo di pelo di color nocciola sulla testa ed un altro cerchio di pelo che gli gira intorno al collo. Molti inesperti lo possono scambiare per uno “Yorkshire”, essendo molto simile ad esso. Cane robusto e basso, abbastanza lungo in proporzione all’altezza al garrese. Tronco: corpo lungo in proporzione all’altezza al garrese. Costruzione robusta. Le costole sono ben cerchiate. Il torace è di giusta profondità ed è abbastanza largo. La testa piuttosto lunga, con cranio piatto. Stop leggero ma definito. Muso forte e potente. Muso di uguale lunghezza rispetto al cranio. Il cranio è ricoperto alla sommità di un singolare ciuffo serico. Il tartufo largo e di colore nero. Le orecchie sono piccole e portate. La coda: con attaccatura alta. Non deve essere ricurva sul dorso. Viene quasi sempre amputata. Il pelo di copertura è denso, ruvido e dritto. Deve avere una lunghezza di circa 6 cm. Il sottopelo deve essere corto e fitto. Pelo lungo sul muso e sulla parte inferiore degli arti. I colori ammessi sono blu, blu acciaio, grigio blu con focature; ciuffo blu, argento; sabbia puro o rosso.
info@canidaguardia.com - C.F. RMNZMR61L21I470R