Cani da guardia

Sicurezza Abitativa Anticrimine di Torino, è nata la F.I.C.G. – Federazione Italiana Cani da Guardia. Ormai tutti sanno e molti lo hanno già provato a “proprie spese” che possedere un cane appartenente ad una razza classificata come tale non significa sempre godere di un soggetto che sappia fare il suo "mestiere", anzi! Quanti cani ho visto nella mia vita che a 4/5 anni non sapevano minimamente cosa significasse fare la guardia!

Portale sui cani da guardia

La FICG sarà aperta a tutte le razze notoriamente classificate da guardia ma non escluderà le altre anche se da caccia, da difesa, da presa, da soccorso o addirittura meticci se capaci di svolgere il NOBILE ruolo. Questo perché nonostante io allevi da anni una razza che dovrebbe essere specifica per la guardia ho visto troppe volte Pastori dell’Asia Centrale (sia in Italia che nei loro paesi d’origine) magari forti ed aggressivi ma completamente privi di ogni senso di diffidenza dall’essere umano sconosciuto. Per contro mi è già capitato di incontrare cani tipo Labrador, Terranova, vari cani da caccia, etc.. che se la sapevano cavare egregiamente in tal senso. Chi ha già letto il mio primo libro "GUARDIANI SI NASCE", ricorderà i racconti di un mio cane da caccia di nome REM, di razza Drahthaar e di un altro ARGO di razza Espaniel Breton che non avrebbero sicuramente sfigurato nei confronti di quelli allevati e venduti oggi per idonei alla mansione.

Cani da difesa

La Federazione avrà anche l’obiettivo di informare, assistere e promuovere tutti gli allevatori, professionisti ed amatoriali, che vorranno operare onestamente mantenendo le promesse fatte ai loro acquirenti sui cuccioli destinati alla guardia. Formare ed associare tutti i proprietari ed appassionati di cani che vorranno approfondire la loro cultura cinofila sul cane da guardia.

Cane per difesa personale

Il CIG - Certificato di Idoneità alla Guardia FICG sarà l’unico documento ufficiale della Federazione che attesterà le attitudini del cane nel saper svolgere il lavoro di guardiano ed il Certificato Genealogico Caratteriale CGC (da leggersi cigici) certificherà ufficialmente la capacità di svolgere il ruolo di guardiani di tutti i genitori e progenitori del cane iscritto. Con l'emanazione del CGC non è utopistico pensare che in meno di dieci anni chiunque potrà acquistare in Italia un cucciolo sapendo precisamente se i suoi antenati erano buoni guardiani oppure no.

Cani da presa

A fronte di queste considerazioni è però doveroso specificare cosa intenderà la federazione per “CANE DA GUARDIA”.

<span style="font-family: verdana, arial, helvetica, sans-serif; font-size: 10pt">20/21 Ottobre Corso e Stage sul Cane da Guardia (COME DIFENDERSI IN CASA DA FURTI E RAPINE)</span><br />
20/21 Ottobre Corso e Stage sul Cane da Guardia (COME DIFENDERSI IN CASA DA FURTI E RAPINE)
A Peveragno CN: Sabato 20 Ottobre 2018 Corso Base sul Cane da Guardia Anti Intrusione - Domenica 21 Ottobre 2018 Stage per ottenere la qualifica di Ispettore Federale FICG. Il “VERO” cane da guardia (quello di fort... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO »
RAZZE CANINE
Berger de la Beauce
Il cane da pastore di Beauce (anche chiamato Beauceron o Berger de Beauce) è una razza canina di origine francese.
 
Come altri cani da pastore di taglia grande discenderebbe dal Canis Familiaris Palustris o Cane del Torbiere, i cui resti sono stati rinvenuti nelle zone lacustri lo Jura francese. Proviene dall'antica provincia della Beauce, che comprendeva la vasta pianura di Chantres, delimitata dalla Senna e dalla Loira a sud di Parigi. Nel 1863 il cinologo Pierre Megnin operò una distinzione tra i soggetti a pelo lungo e quelli a pelo corto. Si definirono così le due razze da pastore oggi ben distinte: il Pastore della Brie a pelo lungo; il pastore della Beauce a pelo corto. Nel 1867 si iniziò a selezionare la varietà a pelo corto che, dagli inizi del secolo, con la definizione dello standard, acquista l'attuale aspetto fisico più ingentilito. Con il mutamento delle condizioni ambientali, il Beauceron passa il ruolo di difensore e conduttore del bestiame. Oggi questo cane viene molto apprezzato per la difesa del padrone e come guardiano della proprietà. E un cane molto grande e vivace ma affettuoso con i bambini.
 
Cane di taglia grande so presenta, mediolineo, molto robusto e solido, con una valida muscolatura.
Il pastore della Beauce è un cane mediolineo, ovvero strutturato in modo armonioso e proporzionato, senza che una regione prevalga sull'altra. Il cranio è piatto o leggermente arrotondato da un lato all'altro, il solco mediano è poco accentuato e la testa è ben cesellata di linee armoniose. Lo stop è poco accentuato. Il tartufo, in proporzione al muso, non deve essere stretto, esclusivamente di colore nero; visto di profilo, deve essere sul prolungamento del labbro superiore.
Le orecchie con attaccatura alta e se tagliate devono stare erette. Quando il portamento delle orecchie è corretto, il loro centro deve trovarsi sul prolungamento originario del lato del collo. Le orecchie non tagliate non devono mai aderire al cranio, ma presentarsi piatte e piuttosto corte; la lunghezza delle orecchie non tagliate deve essere pari a metà della lunghezza della testa. La coda è tenuta interna, portata bassa e lunga almeno sino all'estremità del garretto e leggermente arcuata in fondo.
Il pelo è raso sulla testa e corto sul corpo, con una leggera frangiatura sulle natiche e sulla coda. Sotto il pelo di copertura c'è un sottopelo molto corto ma folto e lanoso. I colori tipici sono nero e fuoco (bicolore) "Bas Rouge” e arlecchino, cioè,  grigio nero e fuoco (tricolore); il mantello deve essere in parti uguali grigio e nero a macchie oppure più nero che grigio. Le focature devono essere posizionate come nel bicolore (nero focato).
info@canidaguardia.com - C.F. RMNZMR61L21I470R