Cani da guardia

Sicurezza Abitativa Anticrimine di Torino, è nata la F.I.C.G. – Federazione Italiana Cani da Guardia. Ormai tutti sanno e molti lo hanno già provato a “proprie spese” che possedere un cane appartenente ad una razza classificata come tale non significa sempre godere di un soggetto che sappia fare il suo "mestiere", anzi! Quanti cani ho visto nella mia vita che a 4/5 anni non sapevano minimamente cosa significasse fare la guardia!

Portale sui cani da guardia

La FICG sarà aperta a tutte le razze notoriamente classificate da guardia ma non escluderà le altre anche se da caccia, da difesa, da presa, da soccorso o addirittura meticci se capaci di svolgere il NOBILE ruolo. Questo perché nonostante io allevi da anni una razza che dovrebbe essere specifica per la guardia ho visto troppe volte Pastori dell’Asia Centrale (sia in Italia che nei loro paesi d’origine) magari forti ed aggressivi ma completamente privi di ogni senso di diffidenza dall’essere umano sconosciuto. Per contro mi è già capitato di incontrare cani tipo Labrador, Terranova, vari cani da caccia, etc.. che se la sapevano cavare egregiamente in tal senso. Chi ha già letto il mio primo libro "GUARDIANI SI NASCE", ricorderà i racconti di un mio cane da caccia di nome REM, di razza Drahthaar e di un altro ARGO di razza Espaniel Breton che non avrebbero sicuramente sfigurato nei confronti di quelli allevati e venduti oggi per idonei alla mansione.

Cani da difesa

La Federazione avrà anche l’obiettivo di informare, assistere e promuovere tutti gli allevatori, professionisti ed amatoriali, che vorranno operare onestamente mantenendo le promesse fatte ai loro acquirenti sui cuccioli destinati alla guardia. Formare ed associare tutti i proprietari ed appassionati di cani che vorranno approfondire la loro cultura cinofila sul cane da guardia.

Cane per difesa personale

Il CIG - Certificato di Idoneità alla Guardia FICG sarà l’unico documento ufficiale della Federazione che attesterà le attitudini del cane nel saper svolgere il lavoro di guardiano ed il Certificato Genealogico Caratteriale CGC (da leggersi cigici) certificherà ufficialmente la capacità di svolgere il ruolo di guardiani di tutti i genitori e progenitori del cane iscritto. Con l'emanazione del CGC non è utopistico pensare che in meno di dieci anni chiunque potrà acquistare in Italia un cucciolo sapendo precisamente se i suoi antenati erano buoni guardiani oppure no.

Cani da presa

A fronte di queste considerazioni è però doveroso specificare cosa intenderà la federazione per “CANE DA GUARDIA”.

<div class="MsoNoSpacing" style="text-align: justify; margin: 0cm 0cm 0pt">
	<span style="font-family: 'verdana', 'sans-serif'; font-size: 10pt"><font color="#000000">CANI DA GUARDIA: difendiamoci dai delinquenti che continuano a entrare nelle nostre case!!</font></span></div>
CANI DA GUARDIA: difendiamoci dai delinquenti che continuano a entrare nelle nostre case!!
Chi abita in un normale appartamento di condominio non corre quasi mai lo stesso rischio di rapina di chi invece vive in una casa singola con giardino, poiché le soluzioni abitative più modeste sono considerate meno appetibili dalla ... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO »
NEWS
17/09/2018 
CANI DA GUARDIA: come proteggere la famiglia senza dover diventare “pistoleri" del Far West!
Difendersi dal pericolo della delinquenza che entra sempre più spesso nelle loro case, è diventato uno dei problemi più sentiti dagli italiani che oggi vivono in un’abitazione indipendente con giardino, anche se non troppo isolata. Tant’è che è appena stata approvata dalla Camera dei Deputati la nuova legge sulla legittima difesa.
 
La legge considererebbe “legittima difesa” la reazione a un’aggressione in casa, in negozio o in ufficio commessa di notte o all’introduzione con violenza, minaccia o inganno. Resta comunque ferma la necessità che vi sia proporzione tra difesa e offesa e l’attualità del pericolo. Già oggi si presume che vi sia proporzione se la difesa anche con armi riguarda un’aggressione domiciliare che mette in pericolo la propria o l’altrui incolumità oppure, ma in questo caso solo quando non vi è desistenza e vi è pericolo di aggressione, se si difende il proprio patrimonio. Nella legittima difesa domiciliare è sempre esclusa la colpa di chi spara se l’errore, in situazioni di pericolo per la vita e la libertà personale o sessuale, è conseguenza di un grave turbamento psichico causato dall’aggressore. 


Di questo argomento parlò già alcuni anni fa sul nostro sito l'amico Dott. Paolo Sceusa, magistrato e proprietario di cani da Guardia e Protezione Familiare: CLICCARE QUI per consultare la pagina (terzo paragrafo in basso, articolo dal titolo "Il Cane da guardia e la legittima difesa della casa e di chi vi dimora").
 
Qualcuno ha già scritto: “La normativa sulla legittima difesa rischia di trasformarsi in un regalo per i produttori di armi senza tuttavia incrementare la sicurezza”. La lobby delle armi starà esultando, infatti, questa norma incrementerà il business dei produttori legittimando la corsa all’acquisto di armi in Italia, e aumentando i pericoli senza incidere sulla sicurezza privata”.
 
Ed io sostengo: “Mai come oggi è diventato utile possedere dei cani da guardia capaci di demotivare i ladri dell'entrare nelle nostre case, poiché c’è il rischio che i delinquenti agiscano addirittura più armati di prima per difendersi in caso di necessità! Ritorneremo quindi ai tempi del Far West?”
 
Nonostante questa legge mi abbia in parte gratificato, non perché da domani andrò ad acquistare delle armi ma perché ha avvallato ciò che io sostengo da anni, ovvero che l’allarme, la videosorveglianza, le grate di sicurezza, non rappresentano da soli un impedimento troppo rilevante per il ladro deciso ad entrare in una proprietà, mi pare che consideri in modo un po’ troppo scontato che gli italiani del terzo millennio si sappiano trasformare dall'oggi al domani, come nulla fosse, in “abili pistoleri”!
 
Avete mai pensato cosa possa significare, per l’emotività di una “persona normale”, dover affrontare il rischio di morire in un conflitto a fuoco contro un delinquente?
Si fa presto a dire: “Se entra il ladro gli sparo!”, quando si è a tavola con gli amici, magari davanti ad un buon bicchier di vino! Il problema però è che in tutti gli esseri viventi (compresi i cani che allevo per la guardia), il coraggio di saper reagire nei momenti di pericolo è una dote naturale “molto rara” che si deve possedere nel DNA fin dalla nascita e non si può acquisire con un semplice addestramento! Il famoso “sangue freddo”, capace di far scegliere alle persone la migliore soluzione anche nei momenti di massimo stress, non è una dote così comune a tutti gli esseri umani, anzi, credo proprio che si tratti di una qualità caratteriale sempre meno presente nell' uomo moderno, così indebolito da ritmi di vita sempre più logoranti.
 
Perché continuo a credere che una buona coppia di cani da guardia, sia l’unica soluzione percorribile per proteggersi in casa dalla delinquenza?
Perché i cani da guardia agiscono in modo molto EFFICACE sul "fattore deterrenza", in pratica servono a demotivare il malvivente prima ancora che si introduca nella proprietà, quando lo sta ancora escogitando, evitando così il rischio di qualsiasi PERICOLOSISSIMO conflitto con la delinquenza: i cani da guardia sono innanzitutto utili il giorno prima della rapina! Ovvero, quando il ladro sta ancora valutando quale abitazione sia conveniente “visitare”.
 
E’ proprio questa la migliore difesa da prendere in considerazione e non quella di poter sparare al malvivente!!
 
Attenzione però: Ho detto “cani da guardia”!
Non una qualsiasi coppia di cani appartenenti a quelle tante razze oggi ritenute idonee per custodire il territorio ma che poi, in pratica, lasciano entrare tranquillamente chiunque nel giardino come nulla fosse!
Per funzionare, il cane da guardia deve essere efficiente!
 
E’ forse vero che i ladri potrebbero inventarsene di ogni tipo cercando di neutralizzare un cane da guardia, specialmente in assenza dei proprietari, resta però il fatto che
nessuna delle proprietà custodite da almeno una coppia di miei cani, è mai stata violata da intrusi indesiderati! L’unica risposta razionale che mi sono dato sulla grande efficienza dei miei cani da guardia (escludendo l’elemento “fortuna” visto che si tratta di una realtà che continua da molti anni) è che il ladro preferisca sempre stare alla larga da veri animali che dimostrino così tanta gelosia per il loro territorio. Si tratterà forse di una reazione istintiva di ogni uomo, di un rischio che chiunque preferisce evitare per preservare la propria incolumità, ma in tanti anni che mi occupo di questo settore, non mi è mai accaduto di costatare che un ladro si fosse accanito contro gli animali che custodivano una proprietà.
 
In compenso, ho sentito raccontare tante “storie” di ogni tipo!
In particolar modo di cani addormentati con misteriosi sistemi alla Diabolik, anche se invece si trattava di animali che “dormivano” già da soli, nonostante i loro padroni non se ne fossero mai accorti prima!
I ladri non danno i bocconi avvelenati ai cani prima di entrare a rubare (non sono cosi stupidi come chi continua a raccontare queste fesserie!), gli spray narcotizzanti non esistono (altrimenti li utilizzerebbero anche gli accalappiacani delle ASL!), gli ultrasuoni non riescono a fermare gli animali intenti a difendere con grinta la loro proprietà!

Purtroppo, esiste invece un’infinità di cani (di tutte le razze) completamente inutili a qualsiasi lavoro, perché traviati in ogni loro istinto animale dall’uomo moderno che li ha modificati geneticamente con assurde selezioni, che li sta alimentando in modo inadeguato come fossero dei malati e che li tratta come bambini viziati! Laggiù, dove invece esistono ancora dei veri cani da guardia a occuparsi di custodire le proprietà che, da semplici animali quali sono, dormono fuori nel giardino come fecero per millenni, i ladri continuano a stare fuori e le famiglie nelle loro case senza alcun problema d’intrusione e senza doversi trasformare in abili pistoleri!
 
E’ però molto importante capire che, i veri cani da guardia, non sono quelli che necessitano di addestramento per diventare efficaci,
bensì nascono già con la loro predisposizione a saper proteggere la famiglia che li adotta (né più né meno di quelli da pastore, i quali sanno proteggere spontaneamente il gregge assegnato loro in custodia). Non sono pericolosi per i famigliari che li crescono (bambini compresi), poiché non esiste alcuna relazione istintiva fra l’aggressività spontanea esternata contro il delinquente, in caso di pericolo, e l’assoluta affettuosità che riservano a chiunque appartenga al nucleo familiare "datore di cibo".
 

Sono tante le cose da sapere se si desidera utilizzare una buona coppia di cani da guardia, in particolar modo è importante capire quali soggetti scegliere per sentirsi realmente protetti, come crescerli da cuccioli e come gestirli quando diventeranno adulti. Chi fosse interessato all'adozione di Cani da Guardia e Protezione Familiare o a partecipare ad uno dei nostri corsi base sul cane da guardia (il prossimo si terrà venerdì 9 Giugno 2017), può inviare una mail a info@canidaguardia.com, oppure telefonare al 349 33 35 668 o 346 21 40 450.

Ecco per voi un
CORSO GRATUITO ON-LINE su YouYube per capire meglio cos'è un Cane da Guardia e Protezione Familiare. CLICCA QUI PER VEDERE I FILMATI.

 
Ezio Maria Romano
Presidente della FICG - Federazione Italiana Cani da Guardia

info@canidaguardia.com - C.F. RMNZMR61L21I470R