Cani da guardia

Sicurezza Abitativa Anticrimine di Torino, è nata la F.I.C.G. – Federazione Italiana Cani da Guardia. Ormai tutti sanno e molti lo hanno già provato a “proprie spese” che possedere un cane appartenente ad una razza classificata come tale non significa sempre godere di un soggetto che sappia fare il suo "mestiere", anzi! Quanti cani ho visto nella mia vita che a 4/5 anni non sapevano minimamente cosa significasse fare la guardia!

Portale sui cani da guardia

La FICG sarà aperta a tutte le razze notoriamente classificate da guardia ma non escluderà le altre anche se da caccia, da difesa, da presa, da soccorso o addirittura meticci se capaci di svolgere il NOBILE ruolo. Questo perché nonostante io allevi da anni una razza che dovrebbe essere specifica per la guardia ho visto troppe volte Pastori dell’Asia Centrale (sia in Italia che nei loro paesi d’origine) magari forti ed aggressivi ma completamente privi di ogni senso di diffidenza dall’essere umano sconosciuto. Per contro mi è già capitato di incontrare cani tipo Labrador, Terranova, vari cani da caccia, etc.. che se la sapevano cavare egregiamente in tal senso. Chi ha già letto il mio primo libro "GUARDIANI SI NASCE", ricorderà i racconti di un mio cane da caccia di nome REM, di razza Drahthaar e di un altro ARGO di razza Espaniel Breton che non avrebbero sicuramente sfigurato nei confronti di quelli allevati e venduti oggi per idonei alla mansione.

Cani da difesa

La Federazione avrà anche l’obiettivo di informare, assistere e promuovere tutti gli allevatori, professionisti ed amatoriali, che vorranno operare onestamente mantenendo le promesse fatte ai loro acquirenti sui cuccioli destinati alla guardia. Formare ed associare tutti i proprietari ed appassionati di cani che vorranno approfondire la loro cultura cinofila sul cane da guardia.

Cane per difesa personale

Il CIG - Certificato di Idoneità alla Guardia FICG sarà l’unico documento ufficiale della Federazione che attesterà le attitudini del cane nel saper svolgere il lavoro di guardiano ed il Certificato Genealogico Caratteriale CGC (da leggersi cigici) certificherà ufficialmente la capacità di svolgere il ruolo di guardiani di tutti i genitori e progenitori del cane iscritto. Con l'emanazione del CGC non è utopistico pensare che in meno di dieci anni chiunque potrà acquistare in Italia un cucciolo sapendo precisamente se i suoi antenati erano buoni guardiani oppure no.

Cani da presa

A fronte di queste considerazioni è però doveroso specificare cosa intenderà la federazione per “CANE DA GUARDIA”.

<div class="MsoNoSpacing" style="text-align: justify; margin: 0cm 0cm 0pt">
	<span style="font-family: 'verdana', 'sans-serif'; font-size: 10pt"><font color="#000000">CANI DA GUARDIA: difendiamoci dai delinquenti che continuano a entrare nelle nostre case!!</font></span></div>
CANI DA GUARDIA: difendiamoci dai delinquenti che continuano a entrare nelle nostre case!!
Chi abita in un normale appartamento di condominio non corre quasi mai lo stesso rischio di rapina di chi invece vive in una casa singola con giardino, poiché le soluzioni abitative più modeste sono considerate meno appetibili dalla ... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO »
NEWS
17/09/2018  I ladri continuano a malmenare i proprietari di casa! I cani sarebbero una soluzione, ma…
E’ di pochi giorni fa la notizia de “Il Messaggero” che informava su quanto accaduto a casa di Facchinetti, il cantante e tastierista dei Pooh:
 
Ieri mattina un ladro si è introdotto nell’abitazione di Roby, a Bergamo, dove vivono anche la figlia Giulia, il genero Yuri e il nipote Lorenzo, piccolissimo. Una volta scoperto, il malvivente ha picchiato il genero ed è scappato. A rivelarlo è Francesco, che con un post sulla propria pagina ufficiale di Facebook spiega tutti i dettagli della vicenda: «Mi compro un arsenale, se qualcuno entra in casa mia con i miei figli non esce vivo». Il fatto è accaduto in pieno giorno. «Basta mi sono rotto i coglioni. Ieri mattina alle 11.30, ripeto di mattina – scrive l’attuale conduttore di Eccezionale veramente, su La7 - è entrato un mostro, una bestia, in casa di mio papà. Lì vivono anche i miei fratelli, il marito di mia sorella Giulia e il mio piccolo nipote Lorenzo. Questo animale di 2 metri ha cercato prima di rubare e poi, una volta scoperto da Yuri, lo ha tramortito per poi scappare via». In casa del tastierista e cantante dei Pooh sono stati momenti di paura. « Ma vi rendete conto: la domenica mattina. Tutto questo è follia. Peggioriamo ogni giorno di più – continua Francesco Facchinetti - bisogna reagire e se non lo facciamo noi, non lo farà nessuno per noi». La conclusione? «Sto andando a comprarmi un arsenale, se qualcuno entra in casa mia con i miei figli non esce vivo. Se lo Stato non mi difende, lo farò da solo. Mi prendo tutte le responsabilità di quello che ho detto». E a chi contestava ha risposto così: «Per i perbenisti da tastiera: fatemi sapere come reagite quando vi entrano in casa con i vostri figli di pochi mesi».
 
Cosi come la notizia comparsa su La Stampa che parlava di continue intrusioni avvenute nella casa di Celentano:
 
Prima la rottura di un vetro dell’auto di Claudia Mori, poi due intrusioni di sconosciuti nella villa di Galbiate, in provincia di Lecco, documentate dalle telecamere: episodi «gravi», «azioni particolarmente minacciose», che hanno spinto Adriano Celentano a rivolgersi alle forze dell’ordine e poi a denunciare l’accaduto sul suo blog. Il timore, ha spiegato, è che «questi malviventi stiano cercando di arrivare a me e a Claudia». Le indagini sono affidate ai carabinieri del comando di Lecco, che avrebbero già concreti elementi su cui lavorare.
«Mi vedo costretto a rendere noti dei fatti molto gravi che si stanno verificando nella mia abitazione di Galbiate e nei confronti miei e di Claudia: da giorni - ha scritto Celentano sul blog - all’interno avvengono alcune intrusioni di sconosciuti, individuati in numero di sei, più la presenza di un altro individuo all’esterno che pare sorvegliare». Gli sconosciuti, ha aggiunto «sono stati ripresi dalle nostre telecamere mentre si aggiravano in maniera sospetta e organizzata. I materiali video sono stati consegnati ai carabinieri della stazione di Olginate, in provincia di Lecco, con relative denunce. La gravità di questi fatti è dovuta anche all’insistenza delle intrusioni e al numero delle persone coinvolte. In un’occasione gli sconosciuti sono stati sorpresi dalla nostra vigilanza diurna e notturna che li ha costretti alla fuga». Primo segnale di allarme all’inizio della scorsa settimana, quando c’è stato «un apparente e strano tentativo di furto nell’auto di Claudia con rottura di vetro ma senza che venisse rubato nulla all’interno». Per Celentano, si tratta di «una serie di azioni particolarmente minacciose che ci fanno sospettare che questi malviventi stiano cercando di arrivare a me e a Claudia, sorvegliando i nostri movimenti. Denunciamo questi seri episodi - ha concluso - perché nel caso dovesse accadere qualcosa di ancora più grave, questo è l’antefatto». Gli investigatori dell’Arma hanno confermato ieri sera che stanno indagando su tutti i fronti per spiegare la ragione delle incursioni, documentate dalle immagini delle telecamere. A quanto si è appreso, l’ultima misteriosa intrusione nella proprietà è avvenuta ieri pomeriggio.
 
Questi sono solo due dei tanti episodi di intrusione e di rapina in villa che ogni giorno avvengono nel nostro paese ma, non vedendo come vittime personaggi famosi, spesso ci si limita al solito trafiletto sulla cronaca del giornale locale, per poi far passare tutto nel dimenticatoio.


Vinci Tu Sui Problemi della Tua Vita!
Per restare sempre in forma a qualsiasi età
 
Nessuna delle persone iscritte alla nostra Federazione Italiana Cani da Guardia e seguite dai vari Consulenti, Ispettori e Istruttori Cinofili, possedendo validi guardiani, ha mai avuto una sola intrusione in casa, come nessuna di loro ha mai subito aggressioni dai propri animali, né tanto meno ha dovuto rinunciare alle ferie o ai weekend, solo perché sono arrivati nella villa i “bodyguard” a 4 zampe. Tutto questo però non fa mai notizia, anzi, si continua a mettere solo in evidenza gli aspetti negativi (in pratica nessuno) di possedere dei veri cani da guardia in giardino. I veri guardiani di un tempo, non sono più di moda, anche perché la cinofilia autentica di 50 anni fa è ormai sparita. Nella nostra società è invece diventato “trendy” il cane viziato e umanizzato alla follia da far vivere sul divano di casa, con il padrone che si vanta di essersi sottomesso ad ogni suo capriccio.
 
Vorrei attirare la vostra attenzione su un particolare molto curioso che sta avvenendo oggi nella società occidentale: nemmeno a farlo apposta, sia nei centri urbanizzati dove avvengono le intrusioni dei ladri, sia in montagna dove si teme il lupo (astuto “ladro” che mette in crisi gli allevatori di bestiame con i suoi furti di animali), l’assenza di “veri” cani da guardia ha ormai convinto tutti che l’unico rimedio possa solo più essere il ritorno al libero uso delle armi. In pratica, la volontà di snaturare il cane (quello autentico), tanto da ridurlo sempre più simile all’uomo, sta snaturando gli stessi uomini, i quali stanno chiedendo di ritornare alle armi come unico, quanto pericoloso, sistema di difesa personale. Se questo è il progresso che abbiamo raggiunto, tanto da indurci a voler cambiare la natura del cane, complimenti!
 
E’ inutile che continuiamo a lamentarci: “Lo Stato ci deve tutelare”!!
Qualora fosse anche possibile, nei nostri paesi occidentali (per così dire civilizzati) i provvedimenti troppo severi a carico di chi delinque non piacciono più a nessuno e quindi, per proteggerci, non ci resta che ricorrere alle poche soluzioni ancora percorribili e sicuramente più moderate dell'uso di armi da fuoco: possedere una coppia di efficienti cani da guardia in giardino, potrebbe essere una di queste.
E i ladri rimarrebbero fuori per sempre!
 
Basta osservare la stragrande maggioranza di contadini che vive ancora oggi in abitazioni isolate, quindi molto appetibili ai ladri: nessuno di loro si è mai dotato di particolari impianti d'allarme, di video sorveglianza o altri sistemi di sicurezza, né tanto meno ha provveduto ad armarsi! In queste migliaia di realtà isolate, fin dai tempi più antichi, sono sempre e solo stati i cani da guardia ad occuparsi di tenere lontani i malfattori!
Come d'altronde avveniva fino ad una trentina di anni fa in quasi tutte le case singole di periferia o di campagna: ogni cortile o giardino era provvisto di un buon guardiano che vigilava su chiunque si avvicinasse alla recinzione, pronto a farsi sentire se qualcuno non rispettava il legittimo diritto alla proprietà privata.
 
Pare, però, che tutto ciò appartenga al medioevo!
In questa era moderna, adottare una coppia di cani da guardia, sembra essere diventata la cosa più difficile del mondo! Innanzitutto perché
la maggior parte dei cani non sa più cosa significhi fare la guardia, visto che viene solo più selezionata per la sua estetica e poi, anche perché l’uomo occidentale si è complicato la vita con le proprie mani. Quando ero ragazzo, si portava a casa un cucciolo, si costruiva una sorta di cuccia improvvisata inchiodando quattro assi e, da quel momento, tutti gli scarti della cucina diventavano il suo mantenimento quotidiano, mentre lui, in cambio, faceva la guardia.
 
Oggi no, adottare un cane è diventato un dilemma!
Guai a farsi sentire che lo si vuole nutrire con gli avanzi di cucina e non con le crocchette dal costo proibitivo. Poi il cane abbaia e disturba i vicini, rovina il prato verde, urina sui muri. E' un problema per le ferie, un potenziale pericolo per i bambini, una scocciatura per la gestione. Va portato spesso dal veterinario, dal toelettatore e magari dallo psicologo (al posto del padrone)....

Risultato finale: anche i ladri più sprovveduti continuano a entrare nelle nostre case senza il minimo problema! 
La maggior parte degli italiani che vive in una casa singola con giardino, non si è ancora mai organizzata per vivere al sicuro! I ladri lo sanno, entrano, rubano ogni cosa come nulla fosse e, se li cogli sul fatto, ti menano!
 
Nella presentazione del mio libro “Un guardiano in famiglia”, alcuni anni fa, scrissi: “Come potrei ancora vivere nella mia casa di campagna senza i miei due cani da guardia? Addormentarmi tranquillamente ogni sera davanti al televisore, senza di loro che sorvegliano attentamente il giardino, pronti a intervenire su chiunque si avvicini alla mia recinzione?
A pari di tutte le comodità che hanno migliorato la mia vita, anche i cani da guardia li ritengo ormai un confort al quale non potrei più rinunciare e non riesco a capire come possano farne a meno molte famiglie che abitano in case indipendenti, specialmente se un po’ isolate!
Per la mia famiglia è meraviglioso godere della nostra casa in totale sicurezza, escludendo ogni pericolo di svegliarci una notte con il ladro che sta frugando nei cassetti. Nella nostra zona è ormai toccato a tutti di avere visite indesiderate, ma non a noi che abbiamo i nostri vigili guardiani che pattugliano attentamente lungo tutta la recinzione. Se non avessimo loro, dovremmo barricarci in casa, innescare l’allarme, mettere le grate, etc., invece ce ne andiamo a dormire con le porte aperte e ci addormentiamo sereni”.
 
Ed è la stessa cosa che penso ancora oggi: se non avessi i miei cani da guardia, non credo che continuerei ad abitare in una casa singola immersa nel verde, perché tutte quelle dei miei vicini sono già state visitate da ospiti indesiderati!
 
I bocconi avvelenati, gli spray narcotizzanti, gli strumenti ad ultrasuoni come sistema per neutralizzare l’efficacia dei cani?
Pura fantasia e invenzioni per neofiti! Mai accaduto a me, in tanti anni di cinofilia, né una sola volta alle tante famiglie che seguo nella gestione dei loro veri cani da guardia.
 
I ladri non entrano mai nelle proprietà ben protette da veri cani da guardia, sono troppo rischiose e preferiscono quindi rivolgersi altrove. Entrano invece da chi ha l'illusione di possedere animali da guardia, ma che poi in effetti non lo sono.
 
Se a voi piace il cane “ridicolo”, quello che fa ridere tutti per quanto è buffo, lo stesso da far dormire sul divano e far accarezzare agli ospiti che entrano in casa, noi della FICG – Federazione Italiana Cani da Guardia - non possiamo far nulla per aiutarvi.
 

Se invece avete paura di vivere la quotidianità nella vostra casa singola con giardino e intendete dotarvi di animali idonei alla guardia, rivolgetevi con fiducia alla nostra organizzazione inviando una mail a questo indirizzo ficg@canidaguardia.com, in poco tempo verrete contattati da un responsabile e, da quel momento, la sicurezza sarà di casa!

 

info@canidaguardia.com - C.F. RMNZMR61L21I470R