Cani da guardia

Sicurezza Abitativa Anticrimine di Torino, è nata la F.I.C.G. – Federazione Italiana Cani da Guardia. Ormai tutti sanno e molti lo hanno già provato a “proprie spese” che possedere un cane appartenente ad una razza classificata come tale non significa sempre godere di un soggetto che sappia fare il suo "mestiere", anzi! Quanti cani ho visto nella mia vita che a 4/5 anni non sapevano minimamente cosa significasse fare la guardia!

Portale sui cani da guardia

La FICG sarà aperta a tutte le razze notoriamente classificate da guardia ma non escluderà le altre anche se da caccia, da difesa, da presa, da soccorso o addirittura meticci se capaci di svolgere il NOBILE ruolo. Questo perché nonostante io allevi da anni una razza che dovrebbe essere specifica per la guardia ho visto troppe volte Pastori dell’Asia Centrale (sia in Italia che nei loro paesi d’origine) magari forti ed aggressivi ma completamente privi di ogni senso di diffidenza dall’essere umano sconosciuto. Per contro mi è già capitato di incontrare cani tipo Labrador, Terranova, vari cani da caccia, etc.. che se la sapevano cavare egregiamente in tal senso. Chi ha già letto il mio primo libro "GUARDIANI SI NASCE", ricorderà i racconti di un mio cane da caccia di nome REM, di razza Drahthaar e di un altro ARGO di razza Espaniel Breton che non avrebbero sicuramente sfigurato nei confronti di quelli allevati e venduti oggi per idonei alla mansione.

Cani da difesa

La Federazione avrà anche l’obiettivo di informare, assistere e promuovere tutti gli allevatori, professionisti ed amatoriali, che vorranno operare onestamente mantenendo le promesse fatte ai loro acquirenti sui cuccioli destinati alla guardia. Formare ed associare tutti i proprietari ed appassionati di cani che vorranno approfondire la loro cultura cinofila sul cane da guardia.

Cane per difesa personale

Il CIG - Certificato di Idoneità alla Guardia FICG sarà l’unico documento ufficiale della Federazione che attesterà le attitudini del cane nel saper svolgere il lavoro di guardiano ed il Certificato Genealogico Caratteriale CGC (da leggersi cigici) certificherà ufficialmente la capacità di svolgere il ruolo di guardiani di tutti i genitori e progenitori del cane iscritto. Con l'emanazione del CGC non è utopistico pensare che in meno di dieci anni chiunque potrà acquistare in Italia un cucciolo sapendo precisamente se i suoi antenati erano buoni guardiani oppure no.

Cani da presa

A fronte di queste considerazioni è però doveroso specificare cosa intenderà la federazione per “CANE DA GUARDIA”.

<div class="MsoNoSpacing" style="text-align: justify; margin: 0cm 0cm 0pt">
	<span style="font-family: 'verdana', 'sans-serif'; font-size: 10pt"><font color="#000000">CANI DA GUARDIA: difendiamoci dai delinquenti che continuano a entrare nelle nostre case!!</font></span></div>
CANI DA GUARDIA: difendiamoci dai delinquenti che continuano a entrare nelle nostre case!!
Chi abita in un normale appartamento di condominio non corre quasi mai lo stesso rischio di rapina di chi invece vive in una casa singola con giardino, poiché le soluzioni abitative più modeste sono considerate meno appetibili dalla ... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO »
NEWS
17/09/2018  SICUREZZA FAMILIARE: aumentano le rapine in villa, ma dove sono i cani da guardia? (VIDEO)
Anche in una provincia "dimenticata" come quella di Cuneo, “a cui si riferiva il grande Totò”, un tempo considerata la zona più “sicura” d’Italia, nella quale pareva non esistesse delinquenza, stanno ormai aumentando a dismisura le terribili “rapine in villa” capaci di sconvolgere per sempre la serenità della famiglia che le subisce.
 
Ecco cosa riporta la cronaca.
L’incubo delle rapine in villa è tornato a guastare la quiete di chi abita nei paesi della prima cintura intorno ad Alba in provincia di Cuneo. Lunedì 31 ottobre, alle 21, sulla collina di Guarene, due uomini incappucciati e armati di pistola hanno fatto irruzione nella casa di una nota imprenditrice albese, che aveva da poco terminato di cenare insieme con la figlia di 5 anni e il compagno.
Secondo le testimonianze raccolte dai carabinieri della Compagnia di Alba, i due malviventi sarebbero riusciti a entrare nella villa da una porta di servizio forse lasciata aperta, approfittando del fatto che in quel momento il sistema di allarme era disinserito. «È successo tutto in pochi minuti - hanno riferito le vittime ai militari -. Ci hanno presi del tutto alla sprovvista. Appena abbiamo tentato un accenno di reazione, ci hanno immobilizzati con le fascette di plastica che si utilizzano per fermare i cavi elettrici, lasciando libera solo la bambina». Poi i due rapinatori hanno chiesto la combinazione della cassaforte e hanno prelevato tutto ciò che hanno trovato: contanti, gioielli e oggetti preziosi. In pochi minuti hanno così raccolto un bottino di decine di migliaia di euro e sono fuggiti approfittando anche del buio che avvolge la campagna circostante la grande casa.
I carabinieri hanno compiuti i rilievi, acquisito le immagini di alcune telecamere installate nella zona e refertato le poche tracce lasciate dai ladri, tra cui le fascette utilizzate per immobilizzare i due adulti. Non è ancora chiaro se i malviventi fossero di origine italiana o straniera, così come è da stabilire se avessero un complice ad attenderli fuori dalla villa, che si trova in una zona densamente abitata a pochi chilometri da Alba.


Vinci Tu Sui Problemi della Tua Vita!
Per restare sempre in forma a qualsiasi età
 
Qualcuno potrebbe pensare che si tratti di un rischio che corrono solo le famiglie benestanti, ma purtroppo non è così, ecco cos’è accaduto la stessa sera, poco lontano dallo stesso luogo.

Proseguono le indagini della polizia sulla drammatica rapina con sequestro di persona di lunedì sera in una villetta dell’astigiano: vittima una coppia di anziani coniugi. La donna poco dopo le 20,30 stava guardando la tv quando si è alzata per andare a chiudere una tapparella. Dal buio è comparso un uomo vestito di nero, con una torcia e un coltello. Le ha messo una mano sulla bocca. Il marito ha sentito dei rumori: è andato a vedere e si è trovato circondato da altri due banditi che lo hanno bloccato. Le vittime sono state spintonate e chiuse a chiave in una stanza. A quel punto i banditi hanno iniziato ad aprire la cassaforte con vari arnesi da scasso, impossessandosi di alcuni gioielli di famiglia e una modesta somma in contanti. 
I tre balordi hanno poi trovato le chiavi dell’automobile del figlio, in quel momento assente, e sono fuggiti con la stessa liberare gli anziani, che sono riusciti a dare l’allarme solo intorno a mezzanotte. 
La polizia astigiana sta intanto anche continuando l’inchiesta sulla rapina avvenuta un mese fa nella villa di una campionessa di equitazione residente nella stessa zona. Finora non ci sarebbero novità, almeno ufficialmente, ma non sono esclusi ulteriori sviluppi. 

 
Sarà perché faccio il cinofilo di professione ma, ogni volta che leggo questi episodi, mi chiedo: Dov’erano i cani da guardia? Bastava una coppia di animali capaci di svolgere la loro mansione e nulla di questo sarebbe mai accaduto!”.
 
Invece no, i cani sporcano il giardino, rovinano le aiuole, sono un grattacapo per l’uomo moderno super tecnologico che vuole ormai risolvere ogni cosa con la tecnologia e l’informatica. Inoltre è meglio adottarli un po’ “fessacchiotti”, tanto da poterli manipolare come valige senza possedere alcuna cultura cinofila, portarli al ristorante, farli dormire in casa sul divano e indossare il cappotto quando fuori fa freddo. Oggi l’uomo si è ormai evoluto… ed ha quindi cancellato millenni di storia!
 
Nonostante si faccia di tutto per screditare la loro utilità, nulla si potrà mai paragonare alla reale efficacia di due veri guardiani che vivono in giardino. Volete continuare a credere alle “balle” che si raccontano sui ladri capaci di avvelenare, addormentare, anestetizzare i cani, per poi entrare lo stesso? Pensate quindi che i cani da guardia non servano più a nulla? Immaginate di poter risolvere tutto con un “clik” sul vostro cellulare? Bene, allora preparatevi anche voi alla prossima rapina, arriverà presto!
 
Per chi invece desidera godersi la propria casa in serenità, allego questo breve filmato, parte di un Corso Base sul Cane da Guardia ON-LINE, che la nostra FICG – Federazione Italiana Cani da Guardia ha deciso di registrare su YouTube a disposizione di tutti:
CLICCA QUI per vedere.




 
Se la vita ti distrugge, FitLine ti ricompone!
 
Per restare sempre in forma a qualsiasi età
 
info@canidaguardia.com - C.F. RMNZMR61L21I470R