Cani da guardia

Sicurezza Abitativa Anticrimine di Torino, è nata la F.I.C.G. – Federazione Italiana Cani da Guardia. Ormai tutti sanno e molti lo hanno già provato a “proprie spese” che possedere un cane appartenente ad una razza classificata come tale non significa sempre godere di un soggetto che sappia fare il suo "mestiere", anzi! Quanti cani ho visto nella mia vita che a 4/5 anni non sapevano minimamente cosa significasse fare la guardia!

Portale sui cani da guardia

La FICG sarà aperta a tutte le razze notoriamente classificate da guardia ma non escluderà le altre anche se da caccia, da difesa, da presa, da soccorso o addirittura meticci se capaci di svolgere il NOBILE ruolo. Questo perché nonostante io allevi da anni una razza che dovrebbe essere specifica per la guardia ho visto troppe volte Pastori dell’Asia Centrale (sia in Italia che nei loro paesi d’origine) magari forti ed aggressivi ma completamente privi di ogni senso di diffidenza dall’essere umano sconosciuto. Per contro mi è già capitato di incontrare cani tipo Labrador, Terranova, vari cani da caccia, etc.. che se la sapevano cavare egregiamente in tal senso. Chi ha già letto il mio primo libro "GUARDIANI SI NASCE", ricorderà i racconti di un mio cane da caccia di nome REM, di razza Drahthaar e di un altro ARGO di razza Espaniel Breton che non avrebbero sicuramente sfigurato nei confronti di quelli allevati e venduti oggi per idonei alla mansione.

Cani da difesa

La Federazione avrà anche l’obiettivo di informare, assistere e promuovere tutti gli allevatori, professionisti ed amatoriali, che vorranno operare onestamente mantenendo le promesse fatte ai loro acquirenti sui cuccioli destinati alla guardia. Formare ed associare tutti i proprietari ed appassionati di cani che vorranno approfondire la loro cultura cinofila sul cane da guardia.

Cane per difesa personale

Il CIG - Certificato di Idoneità alla Guardia FICG sarà l’unico documento ufficiale della Federazione che attesterà le attitudini del cane nel saper svolgere il lavoro di guardiano ed il Certificato Genealogico Caratteriale CGC (da leggersi cigici) certificherà ufficialmente la capacità di svolgere il ruolo di guardiani di tutti i genitori e progenitori del cane iscritto. Con l'emanazione del CGC non è utopistico pensare che in meno di dieci anni chiunque potrà acquistare in Italia un cucciolo sapendo precisamente se i suoi antenati erano buoni guardiani oppure no.

Cani da presa

A fronte di queste considerazioni è però doveroso specificare cosa intenderà la federazione per “CANE DA GUARDIA”.

<div class="MsoNoSpacing" style="text-align: justify; margin: 0cm 0cm 0pt">
	<span style="font-family: 'verdana', 'sans-serif'; font-size: 10pt"><font color="#000000">CANI DA GUARDIA: difendiamoci dai delinquenti che continuano a entrare nelle nostre case!!</font></span></div>
CANI DA GUARDIA: difendiamoci dai delinquenti che continuano a entrare nelle nostre case!!
Chi abita in un normale appartamento di condominio non corre quasi mai lo stesso rischio di rapina di chi invece vive in una casa singola con giardino, poiché le soluzioni abitative più modeste sono considerate meno appetibili dalla ... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO »
NEWS
04/02/2018 
Ecco il mio nuovo libro: LUPI, CANI E PASTORI - Conoscere meglio il cane da guardiania
In occasione del 1° Convegno Nazionale sui Cani Anti Lupo, tenutosi con grande successo a Ostana CN il 25 e 26 Febbraio 2017, organizzato dal CISCAL - Centro Italiano Selezione Cani Anti Lupo della Federazione Italiana Cani da Guardia e dall’Associazione Bouligar, con il patrocinio della delegazione piemontese dell’UNCEM – Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani, il quale non solo ha visto protagonisti vari personaggi politici di spicco delle varie realtà montane, ma anche la presenza della RAI (Clicca qui per vedere una parte del servizio), è uscito il mio nuovo libro dal titolo “LUPI, CANI E PASTORI – Conoscere meglio il cane da guardiania” edito da PRIMALPE.

 
 
 
Mai come adesso, il rapporto lupi e montagna è un problema di grandissima attualità: gli allevatori di bestiame e molti sindaci chiedono al governo di intervenire con un abbattimento selettivo, mentre gli animalisti e gli ambientalisti organizzano manifestazioni a tutela del predatore selvatico. Solo pochi però conoscono le caratteristiche di quello che sarebbe il rimedio definitivo per consentire una tranquilla convivenza fra predatore e chi sale d’estate in alpeggio con il bestiame: il vero cane da guardiania Anti Lupo
 
Il cane da guardiania è ancora un emerito sconosciuto sia a molti allevatori che non sanno come selezionarlo, gestirlo e utilizzarlo al meglio, sia ai turisti che frequentano la montagna per hobby e temono di essere aggrediti da questi animali di grossa taglia. 


Come ulteriore supporto a questo impegno di voler favorire la convivenza fra lupo e chi vive la montagna, è appena uscito il mio libro LUPI, CANI E PASTORI – Conoscere meglio il cane da guardiania, ricco di argomenti e fotografie, che offre molte informazioni utili a chi utilizza questo cane per lavoro, a chi lo vive per semplice passione e ai turisti che se lo trovano spesso di fronte durante le loro escursioni domenicali.
 
Per oltre un secolo non si era più sentito parlare di lupi nel nord dell’Italia e, in quelle regioni in cui erano ancora rimasti pochi esemplari, non si erano più resi necessari particolari rimedi per tenerli lontani dal bestiame.
Nel frattempo la cinofilia di questi ultimi 50 anni è radicalmente cambiata e l’autentico cane da lavoro ha dovuto lasciare il campo a un altro tipo di animale, chiamato ancora “cane” dalla gente comune ma che, in effetti, indipendentemente dalla razza di appartenenza, non ha più nulla a che vedere con quello di un tempo. La maggior parte dei cani si è trasformata in animali da compagnia, cosiddetti d’affezione, che trascorrono la giornata sul divano di casa e mangiano scatolette, così come molti di quelli chiamati “da pastore” si sono riprodotti per anni in gabbia senza mai incontrare un capo di bestiame e senza dover mai fare appello alle proprie capacità per difenderlo dagli attacchi dei predatori.
 
Per studiare a fondo i cani da pastore guardiani del gregge, ho dedicato molti anni della mia vita per incontrare tutti i pastori che sono riuscito a scovare anche negli anfratti più nascosti e misteriosi. Per conoscere al meglio i lupi ho incontrato i maggiori esperti del mondo su questo predatore selvatico dal fascino irresistibile ma altrettanto problematico per chi la montagna la vive per lavoro e non solo come hobby. Molti viaggi in Asia centrale, in Iran, Mongolia, Anatolia, altrettanti in Transilvania ed in altri paesi dell’Est, una collaborazione che dura da tempo con alcuni anziani pastori abruzzesi e di altre parti dell'Italia, mi hanno fatto capire molte cose sul mondo di chi si dedica alla pastorizia. Il mondo dei pastori è molto differente da quanto si possa immaginare, è una parte di storia che tende a scomparire e che forse, in futuro, nessuno saprà più raccontare poiché non è scritta sui libri, né tanto meno sul web. Si tratta di un mondo duro, pieno di difficoltà e poche gratificazioni economiche, ma rappresenta l’unico modo di essere per alcune persone che non concepirebbero diversamente la loro vita. Pastori si nasce o si può eventualmente diventare, ma solo per una forte passione che si nutre per gli animali e per i vari aspetti della montagna.
 
Con questo libro non ho la presunzione di recuperare ciò che si è ormai perso in questi ultimi 50anni sulla vera cultura del cane da pastore, ma sono convinto che la sua lettura sarà molto piacevole per il lettore, il quale potrà scoprire quale personalità si nasconde dietro l'autentico cane da guardiania Anti Lupo: un animale tanto coraggioso da tenere lontani i lupi dal bestiame, così come altrettanto delicato e protettivo nei confronti di un agnello o capretto appena nato. 
 
Per ordinare il libro (240 pagine - Foto a colori Euro 18,00) è anche possibile contattare la Federazione Italiana Cani da Guardia -  Sig.ra Maddalena Astesana, scrivendo a ficg@canidaguardia.com oppure telefonando al 346 21 40 450. Spedizione a domicilio entro 24 ore.
  
Indice
 
  Presentazione
1 – Le mie origini di cinofilo
2 – I miei studi sul cane
3 – Il lupo: il “nemico” di sempre
4 – Le origini del cane da guardiania Anti Lupo
5 – Gli effetti della transumanza
6 – Perché i cani da guardiania seguono il gregge
7 – I cani meticci e la creazione delle razze
8 – La selezione dei pastori
9 – La taglia ideale del cane da Guardiania Anti Lupo
10 – Il carattere del cane da guardiania Anti Lupo
11 – La gestione in alpeggio dei cani da guardiania Anti Lupo
12 – Pascolo vagante e cani da guardiania Anti Lupo
13 – La gestione in azienda dei cani da guardiania Anti Lupo
14 – Quanti e quali cani adottare per un’adeguata protezione
15 – Come alimentare il cane da guardiania Anti lupo
16 – L’addestramento dei cani da guardiania Anti Lupo
17 – Il loro inserimento nel gregge
18 – Affidabilità dei cani Anti Lupo con pecore e agnelli
19 – Cani da guardiania Anti Lupo e cani da conduzione
20 – I cani da guardiania Anti Lupo per i bovini e altri animali
21 – Danni alla pastorizia e cani da guardiania Anti Lupo
22 – I cani da guardiania Anti Lupo e il turismo di montagna
23 – Cani da guardiania Anti Lupo: cosa dice la legge

Note sull’autore.
 
Romano Ezio Maria, nato in Piemonte nel 1961, appassionato ed esperto cinofilo, studia da anni il carattere del cane come animale idoneo per la custodia del territorio e la protezione della famiglia.
Già autore dei libri "AMA IL TUO CANE e ottieni il suo vero benessere", “GUARDIANI SI NASCE – Conoscere meglio il cane da guardia”, “IL PASTORE DELL’ASIA CENTRALE – La mia selezione per la guardia”, “I CANI ABORIGENI DALL’ASIA CENTRALE – Il meglio dei miei viaggi in Turkmenistan, Tagikistan, Uzbekistan”, “UN GUARDIANO IN FAMIGLIA – Domande, risposte e testimonianze dirette” – “I CANI ABORIGENI DALL’ASIA CENTRALE – Il meglio dei miei viaggi: il Kirgizistan” - “I CANI ABORIGENI DALL’ASIA CENTRALE – Il meglio dei miei viaggi: il Kazakistan”. “I CANI ABORIGENI DALL’ASIA CENTRALE – Il meglio dei miei viaggi: la Mongolia”.
Titolare dell’allevamento: “IL TURKMENO” (www.pastoredellasiacentrale.it) dove alleva da anni soggetti di pastore dell’Asia centrale, alcuni selezionati per essere introdotti nelle famiglie come efficienti guardiani di fiducia e altri selezionati per lavorare nelle greggi come cani da guardiania Anti Lupo.
Fondatore della FICG – Federazione Italiana Cani da Guardia e membro della IFGD – International Federation Guard Dogs di Londra.
Redattore dei portali web: www.canidaguardia.com, www.sikurt.it, www.cinofilianaturale.it.
Fondatore del COPAC – Centro per l’Osservazione del Cane da Pastore dell’Asia Centrale e del CISCAL – Centro Italiano Selezione Cani Anti Lupo.
Ha ormai all’attivo numerosi viaggi in Africa, Asia centrale, Iran, Mongolia, in Anatolia, in Caucaso, nell’Est europeo e in Transilvania, dove ha  svolto numerose ricerche e studi sul carattere dei cani da pastore locali.
Collabora GRATUITAMENTE da oltre 10 anni con i pastori di tutta Italia che soffrono il problema delle predazioni, inserendo i suoi cani da guardiania Anti Lupo in Piemonte, Liguria, Trentino Alto Adige, Toscana, Abruzzo e Calabria
Per approfondire gli studi sui lupi, è stato più volte in Inghilterra da Shaun Ellis - “The Wolf-Man”, dove ha avuto un’interazione diretta con i lupi, in Germania dal famoso zoologo Werner Freund e in Georgia (Caucaso) dallo zoologo Prof. Zurab Gurielidze di Tiblisi.
Ha scritto come consulente sulla razza per alcune riviste italiane di cinofilia è spesso docente in convegni sui cani anti lupo e nei regolari corsi organizzati dalla FICG sul cane da guardia, da guardiania e sulla Cinofilia Naturale.
info@canidaguardia.com - C.F. RMNZMR61L21I470R