Cani da guardia

Sicurezza Abitativa Anticrimine di Torino, è nata la F.I.C.G. – Federazione Italiana Cani da Guardia. Ormai tutti sanno e molti lo hanno già provato a “proprie spese” che possedere un cane appartenente ad una razza classificata come tale non significa sempre godere di un soggetto che sappia fare il suo "mestiere", anzi! Quanti cani ho visto nella mia vita che a 4/5 anni non sapevano minimamente cosa significasse fare la guardia!

Portale sui cani da guardia

La FICG sarà aperta a tutte le razze notoriamente classificate da guardia ma non escluderà le altre anche se da caccia, da difesa, da presa, da soccorso o addirittura meticci se capaci di svolgere il NOBILE ruolo. Questo perché nonostante io allevi da anni una razza che dovrebbe essere specifica per la guardia ho visto troppe volte Pastori dell’Asia Centrale (sia in Italia che nei loro paesi d’origine) magari forti ed aggressivi ma completamente privi di ogni senso di diffidenza dall’essere umano sconosciuto. Per contro mi è già capitato di incontrare cani tipo Labrador, Terranova, vari cani da caccia, etc.. che se la sapevano cavare egregiamente in tal senso. Chi ha già letto il mio primo libro "GUARDIANI SI NASCE", ricorderà i racconti di un mio cane da caccia di nome REM, di razza Drahthaar e di un altro ARGO di razza Espaniel Breton che non avrebbero sicuramente sfigurato nei confronti di quelli allevati e venduti oggi per idonei alla mansione.

Cani da difesa

La Federazione avrà anche l’obiettivo di informare, assistere e promuovere tutti gli allevatori, professionisti ed amatoriali, che vorranno operare onestamente mantenendo le promesse fatte ai loro acquirenti sui cuccioli destinati alla guardia. Formare ed associare tutti i proprietari ed appassionati di cani che vorranno approfondire la loro cultura cinofila sul cane da guardia.

Cane per difesa personale

Il CIG - Certificato di Idoneità alla Guardia FICG sarà l’unico documento ufficiale della Federazione che attesterà le attitudini del cane nel saper svolgere il lavoro di guardiano ed il Certificato Genealogico Caratteriale CGC (da leggersi cigici) certificherà ufficialmente la capacità di svolgere il ruolo di guardiani di tutti i genitori e progenitori del cane iscritto. Con l'emanazione del CGC non è utopistico pensare che in meno di dieci anni chiunque potrà acquistare in Italia un cucciolo sapendo precisamente se i suoi antenati erano buoni guardiani oppure no.

Cani da presa

A fronte di queste considerazioni è però doveroso specificare cosa intenderà la federazione per “CANE DA GUARDIA”.

<div class="MsoNoSpacing" style="text-align: justify; margin: 0cm 0cm 0pt">
	<span style="font-family: 'verdana', 'sans-serif'; font-size: 10pt"><font color="#000000">CANI DA GUARDIA: difendiamoci dai delinquenti che continuano a entrare nelle nostre case!!</font></span></div>
CANI DA GUARDIA: difendiamoci dai delinquenti che continuano a entrare nelle nostre case!!
Chi abita in un normale appartamento di condominio non corre quasi mai lo stesso rischio di rapina di chi invece vive in una casa singola con giardino, poiché le soluzioni abitative più modeste sono considerate meno appetibili dalla ... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO »
NEWS
25/10/2018 
CANI DA GUARDIA: possono essere molto efficaci e affidabili, serve però la guida di un esperto!
I ladri non sono più quelli di un tempo, i quali temevano di essere scoperti e scappavano non appena arrivava il padrone di casa. Molti sono ormai da considerare dei “professionisti” alla pari di altri, entrano senza scrupoli nelle nostre case e si fanno consegnare ogni bene con le buone o con le cattive maniere. Per molti, fare il ladro è una "professione" come un'altra, se non trovano di meglio scelgono di vivere con i proventi della refurtiva. Il loro “guadagno” è pari al valore di ciò che riescono a rubare nelle nostre abitazioni (“ricavo”), meno le “spese” rappresentate dal rischio di subire incidenti di percorso. Non sono però la personificazione di Diabolik o Fantomas, capaci di superare qualsiasi difficoltà, come molti credono: il ladro è come il lupo, ruba dove gli sembra più conveniente!

Vinci Tu Sui Problemi della Tua Vita!
Per restare sempre in forma a qualsiasi età
 
Il semplice antifurto o la video sorveglianza, a cui molti si sono finora affidati con la speranza di risolvere il problema, può essere una parziale soluzione solo per chi vive in appartamento ma non sicuramente per chi abita in una casa singola con giardino. Possono invece rappresentare un maggiore deterrente delle buone grate da applicare a tutte le aperture della casa ma, oltre a costringere i proprietari a vivere in una sorta di prigione, vanno sempre tenute ben chiuse,  il costo di installazione è elevatissimo e non rappresentano MAI una garanzia di sicurezza quando i famigliari sono in giardino oppure di fronte al portone di casa, momento in cui vengono solitamente colti di sorpresa da chi intende costringerli ad aprire ogni serratura ed eventuali casseforti.
 
Senza dubbi, un buon cane da guardia è il deterrente più temuto in assoluto dai ladri, questo perché l’aggressione di un animale può procurare dei seri problemi alla loro incolumità, cosa che cercano sempre di evitare, specialmente se il valore della possibile refurtiva è di poche migliaia di euro. (Non sono invece da tenere minimamente in considerazione le “voci di popolo” che raccontano del ladro capace di avvelenare o addormentare il cane prima di entrare: non è mai avvenuto una sola volta! Si tratta invece di scuse che i proprietari trovano per giustificare i loro animali inefficienti, verso i quali provano un legittimo affetto. (Dove ci sono cani capaci di fare la guardia, i ladri non sono mai entrati e non entreranno mai).
 
E’ ovvio però che il cane deve manifestarsi un animale affidabile sia sotto il profilo della sua efficacia che con i famigliari che lo gestiscono!
 
L’efficacia del cane da guardia.
Non è immaginabile poter trovare un cane efficiente nella guardia affidandosi semplicemente a quanto si trova scritto su molti siti internet o peggio ancora cercando fra gli annunci che i privati mettono ovunque per vendere le loro cucciolate. Se è vero che la gente comune conosce come cani da guardia i vari Rottweiler, Pastori Tedeschi, Dobermann, mastini e molti altri (compresa la razza che allevo io), è altrettanto vero che la maggior parte di questi cani non saprà mai svolgere minimamente il suo mestiere e non servirà a nulla spendere soldi in futuro cercando dei miglioramenti con l’addestramento. Un guardiano nasce già con quelle doti e le deve dimostrare fin da cucciolo! Spesso, voler risparmiare denaro acquistando un cucciolo “qualsiasi”, anche se appartenente a una delle razze considerate da guardia, non rappresenta altro che l’inizio di un percorso pieno di ulteriori spese e insuccessi per il proprietario. Il maggior introito di chi addestra cani è infatti rappresentato da chi, accorgendosi dell’inefficienza dei propri soggetti (ai quali però la famiglia si è ormai affezionata), è disponibile a spendere molti soldi pur di vederli diventare i guardiani desiderati. Cosa che non avverrà mai!
Chi invece acquista il cucciolo “giusto” non dovrà fare altro che crescerlo rispettando alcune semplici regole e godersi le sue prestazioni.
Per scegliere un cucciolo che si dimostri ideale alla guardia della proprietà è necessario affidarsi ad una persona esperta che sappia individuare fra i soggetti della cucciolata (di una qualsiasi razza) quelli più dotati. Sono da escludere le dichiarazioni di chi garantisce omogeneità caratteriale dei propri cani: non esiste cucciolata che possa essere composta da soggetti dotati delle stesse caratteristiche, né più né meno di come avviene nelle famiglie degli umani dove nessun figlio è mai uguale ad un altro.
Va inoltre aggiunto che sono sempre molto rari i cani disposti a considerare nemico l’essere umano sconosciuto, visto che non rappresenta per la specie una minaccia al cibo né tanto meno un antagonista alla riproduzione. E’ molto più facile invece trovare cani che sappiano difendere il loro territorio da altri animali ma che non abbiano nulla in contrario se una qualsiasi persona entri nella loro proprietà.
 
L’affidabilità con i famigliari
Se è vero che quando le persone investono denaro nell’acquisto di un cucciolo, desiderano ottenere dal soggetto diventato adulto tutte le prestazioni promesse dal venditore, è altrettanto vero che si preoccupano sempre molto della sua futura affidabilità nei confronti di tutti i componenti della famiglia. Ed è proprio su questo argomento che si diffondono facilmente le più eclatanti falsità!
Non è assolutamente vero che il cane capace di respingere con forza gli sconosciuti che intendono entrare nella proprietà, potrebbe diventare improvvisamente pericoloso anche con i famigliari che lo gestiscono. Il cane capisce molto bene i vantaggi che ne trae (per la sua sopravvivenza) dalla famiglia che lo nutre ed è proprio per la paura di perdere questa opportunità che si dimostra disposto ad avventarsi contro chi rappresenta una minaccia. La differenza fra un buon cane da guardia e un altro “da compagnia” è semplicemente la seguente: il primo vede nell’uomo estraneo un possibile pericolo alla sua incolumità e a quella di chi gestisce la sua riserva di cibo, mentre l’altro non avverte queste sensazioni.
Il cane può invece ribellarsi nei confronti di proprietari che non sappiano rispettare i suoi istinti primari e non siano stati in grado di infondergli tutta la fiducia di cui lui necessita in qualità di animale.
Adottare il cane a pochi mesi, coccolarlo e somministrargli regolarmente i pasti non sono assolutamente azioni sufficienti per acquisire la fiducia di un cane da guardia di forte carattere, diffidente e ispettivo per indole. Sono invece necessari alcuni particolari accorgimenti da adottare, man mano che il cucciolo cresce e matura.
La maggior parte delle persone che sono state aggredite dal proprio cane (spesso anche di razze dichiarate idonee per la "compagnia") l’avevano adottato a pochi mesi, somministrato i pasti fino al momento dell’incidente e sommerso perennemente di coccole, eppure l’animale non ha esitato a far loro del male.
Saper crescere bene il cucciolo è sempre fondamentale per ottenere un buon rapporto fra il soggetto diventato adulto e tutti i componenti della famiglia. Nulla di tutto ciò può essere quindi improvvisato, deve avvenire sotto la guida di una persona esperta. Il 100% delle famiglie che ha applicato le regole segnalate dalla nostra Federazione Italiana Cani da Guardia non ha MAI avuto il minimo problema di gestione e gode oggi di un ottimo rapporto confidenziale con il proprio cane.
 
Risulta sempre molto importante scegliere bene a chi affidarsi nel momento in cui si decide di volersi proteggere con l’ausilio di cani da guardia, fallire nella scelta del cucciolo significa perdere molto tempo e non poter mai usufruire dei benefici desiderati, mentre crescere male l’animale adottato può manifestarsi addirittura pericoloso.
 
Non affidatevi MAI ad uno sconosciuto o a chi è "giovane" del mestiere per l’adozione del vostro cane da guardia, la nostra Federazione Italiana Cani da Guardia opera da anni sul territorio nazionale al servizio delle famiglie che desiderano avvicinarsi con oculatezza a questi animali, sempre più utili per poter vivere in sicurezza in una casa singola con giardino.

CLICCARE QUI per conoscere i recapiti della FICG - Federazione Italiana Cani da Guardia e richiedere l'assistenza desiderata.
info@canidaguardia.com - C.F. RMNZMR61L21I470R