Cani da guardia

Sicurezza Abitativa Anticrimine di Torino, è nata la F.I.C.G. – Federazione Italiana Cani da Guardia. Ormai tutti sanno e molti lo hanno già provato a “proprie spese” che possedere un cane appartenente ad una razza classificata come tale non significa sempre godere di un soggetto che sappia fare il suo "mestiere", anzi! Quanti cani ho visto nella mia vita che a 4/5 anni non sapevano minimamente cosa significasse fare la guardia!

Portale sui cani da guardia

La FICG sarà aperta a tutte le razze notoriamente classificate da guardia ma non escluderà le altre anche se da caccia, da difesa, da presa, da soccorso o addirittura meticci se capaci di svolgere il NOBILE ruolo. Questo perché nonostante io allevi da anni una razza che dovrebbe essere specifica per la guardia ho visto troppe volte Pastori dell’Asia Centrale (sia in Italia che nei loro paesi d’origine) magari forti ed aggressivi ma completamente privi di ogni senso di diffidenza dall’essere umano sconosciuto. Per contro mi è già capitato di incontrare cani tipo Labrador, Terranova, vari cani da caccia, etc.. che se la sapevano cavare egregiamente in tal senso. Chi ha già letto il mio primo libro "GUARDIANI SI NASCE", ricorderà i racconti di un mio cane da caccia di nome REM, di razza Drahthaar e di un altro ARGO di razza Espaniel Breton che non avrebbero sicuramente sfigurato nei confronti di quelli allevati e venduti oggi per idonei alla mansione.

Cani da difesa

La Federazione avrà anche l’obiettivo di informare, assistere e promuovere tutti gli allevatori, professionisti ed amatoriali, che vorranno operare onestamente mantenendo le promesse fatte ai loro acquirenti sui cuccioli destinati alla guardia. Formare ed associare tutti i proprietari ed appassionati di cani che vorranno approfondire la loro cultura cinofila sul cane da guardia.

Cane per difesa personale

Il CIG - Certificato di Idoneità alla Guardia FICG sarà l’unico documento ufficiale della Federazione che attesterà le attitudini del cane nel saper svolgere il lavoro di guardiano ed il Certificato Genealogico Caratteriale CGC (da leggersi cigici) certificherà ufficialmente la capacità di svolgere il ruolo di guardiani di tutti i genitori e progenitori del cane iscritto. Con l'emanazione del CGC non è utopistico pensare che in meno di dieci anni chiunque potrà acquistare in Italia un cucciolo sapendo precisamente se i suoi antenati erano buoni guardiani oppure no.

Cani da presa

A fronte di queste considerazioni è però doveroso specificare cosa intenderà la federazione per “CANE DA GUARDIA”.

Domenica 1 Settembre 2019, Farra d'Alpago (BL), Giornata sui Cani Anti-Lupo + Esami per Cinofili
Domenica 1 Settembre 2019, Farra d'Alpago (BL), Giornata sui Cani Anti-Lupo + Esami per Cinofili
CANI DA GREGGE: COME SCEGLIERE I MIGLIORI E GESTIRLI IN SICUREZZA? CLICCA SU QUESTO LINK per guardare il video di presentazione: https://www.youtube.com/watch?v=7UGTod66Ztk Domenica 1 Settembre 2019 a Farra d'Alpago (BL) ... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO »
FICG
L’Istruttore Cinofilo per Cani da Guardia FICG

Come ho sempre sostenuto, il vero cane da guardia non necessita di nessun addestramento, ma va assolutamente capito nella sua natura di animale autonomo ed istintivo, idoneo ad occuparsi della custodia del territorio e della protezione della famiglia che vi abita. E per entrare in sintonia con un animale di questo tipo, ovvero un autentico cane di carattere, è necessario conoscere bene alcuni dettagli, non sempre così facilmente reperibili presso chi si occupa di altre discipline cinofile.
 
Nessun cane che abbaia semplicemente al cancello, può essere considerato un vero cane da guardia, come non è sufficiente appartenere ad una delle razze preposte per possedere le doti necessarie a custodire in maniera utile una proprietà. Molte volte anche gli stessi cani da pastore non sono idonei a svolgere certe mansioni, in quanto provenienti da un’antica selezione mirata essenzialmente alla custodia del bestiame, senza però dimostrare particolare diffidenza nei confronti dell’essere umano sconosciuto.
Quasi nessuna delle regole, applicate per crescere bene un cane da difesa personale, possono ritenersi adatte ad un cane da guardia. Frequentare un qualsiasi campo d’addestramento, non solo è poco inutile per instaurare un buon rapporto con il proprio cane da guardia, ma spesso può addirittura manifestarsi altamente deleterio.
 
Come non è assolutamente vero che per adottare un cane da guardia di forte carattere, è necessario possedere una grande esperienza cinofila, anzi, quasi tutti coloro che non avevano mai posseduto nemmeno un "pesce rosso", si sono sempre manifestati i migliori, in quanto scevri da qualsiasi dannoso misticismo! Ma è assolutamente importante che siano istruiti i proprietari su come approcciarsi al cucciolo fin dai primi giorni d’adozione, in quanto molti atteggiamenti che vengono spontanei all'uomo, spesso rappresentano gravi errori da non commettere.
Ad esempio, buttarsi ad abbracciare il vostro cucciolo in crescita, in quanto gli volete tanto bene, è come dirgli: “Quando diventerai grande, mordimi pure quando vuoi, io accetterò questo senza problemi!”. E allora il cane finirà probabilmente nel canile municipale o peggio ancora, sotto la cura di qualche comportamentalista che lo imbottirà di psicofarmaci. Voi non capirete mai che la colpa è stata vostra e inizierete ad avere paura dei cani, credendoli animali imprevedibili.
Molte delle stupidaggini che oggi si leggono ovunque sul sistema di allevare i cani, sono dirette ad animali prodotti in questi ultimi vent’anni che hanno ormai perso ogni istinto primario e se applicherete certi atteggiamenti con il vostro cane da guardia, ne otterrete un insuccesso assicurato.
Più farete toccare a tutti gli ospiti il vostro cane da guardia e più lui diventerà aggressivo anche con voi e chiunque sostenga il contrario, è solo perché non ha l’adeguata esperienza per pronunciarsi in merito.
Il vero cane da guardia è ASSOLUTAMENTE affidabile per indole con gli elementi del suo branco, bambini compresi, ma è necessario che ognuno di loro impari a parlare il suo stesso linguaggio, in quanto lui è un animale ancora “integro” e non un essere umano o una patetica via di mezzo.
 
Se un bambino non conosce l’ape, la vorrà prendere in mano e ne rimarrà punto dolorosamente. Ma l’ape non è cattiva, è semplicemente un'ape! E quella è la sua caratteristica, basta conoscerla e si eviteranno altre punture. Un genitore responsabile ed equilibrato deve insegnare ai propri figli come ci si approccia agli animali che ha creato la Natura, non può pretendere stupidamente che sia invece la Natura a creare animali capaci di assecondare i comportamenti dei suoi figli!
Sembra logico no?
Eppure questa è stata la devastante illusione creata in questi anni da molti operatori del settore per incrementare il grande business cinofilo, tant’è che mai nella storia si erano verificate così tante aggressioni di cani a danno dei loro proprietari, bambini compresi. I pastori ed i contadini, ridono divertiti di tutto questo, in quanto non accadde mai nulla di tutto ciò a nessuno dei loro figli! Eppure, a prima vista, sembrerebbe che cultura e scaltrezza siano diventati esclusiva di coloro che abitano le città e parlano in maniera forbita!
 
Il mondo si sta orientando verso una società dove diventerà sempre più necessario proteggere la propria famiglia dalle intrusioni, quindi è prevedibile che i cani da guardia si manifesteranno sempre più indispensabili nelle tantissime abitazioni singole con giardino. Ma solo pochissimi dei cani che oggi vengono allevati, indipendentemente dalla razza d’appartenenza, potranno soddisfare questa esigenza, in quanto sono ormai quasi tutti carenti di molti requisiti indispensabili per potersi occupare VERAMENTE della custodia di un territorio.

Per fare la guardia servono cani di forte carattere, ovvero animali integri di ogni istinto primario, ma nello stesso tempo molto affidabili con il loro branco. E per ottenere questo, è necessaria una buona conoscenza cinofila mirata alla natura di questo specifico animale, solitamente poco disposto a farsi manipolare dai tanti educatori cinofili ormai solo più dedicati ad adattare la miriade di cani da salotto alle esigenze dell’uomo moderno. Come nulla serve applicare i consueti sistemi d’addestramento impostati sulla dominanza dell’animale.

Un maschio di cane da pastore, con carattere idoneo a proteggere REALMENTE la famiglia da eventuali intrusioni, non farà mai il “seduto” ed il “terra” a comando, solo perché lo vuole il suo proprietario, lui si siederà e si coricherà solo quando si sentirà stanco perché è questo che gli ha insegnato la Natura. E se qualcuno lo vorrà costringere contro i suoi istinti naturali, è probabile che diventerà il peggiore dei nemici. Mentre se gestito secondo il principio della Leadership, tattica ancora molto sconosciuta ma assolutamente funzionale, in maturità diventerà un animale così docile da poter convivere pacificamente anche con il più delicato dei bambini, come fece da sempre con gli agnelli del pastore.
 
Oggi la cinofilia ordinaria non è più preparata a gestire questa tipologia di cani in quanto si è orientata da anni su animali da introdurre in massa negli appartamenti delle città, idonei ad accettare l’amicizia di qualsiasi persona sconosciuta che frequenta la casa del suo proprietario. Il cane moderno ha dovuto imparare ad eseguire ogni tipo di comando dato dal suo padrone, anche senza riconoscerne l’utilità ed occuparsi di mansioni che risultano solo molto utili all’uomo, anche se non rispettano la sua indole primitiva.
 
Il cane di oggi non è più idoneo al duro lavoro del guardiano, come né padroni né operatori del settore, non sanno più come si può convivere bene con un VERO Cane da Guardia. Sempre più spesso, viene interpretato  l’autentico carattere originale del cane come una grave patologia da curare.
In pratica, come fa molto comodo a tutti i governi del mondo, gestire infinite masse di persone che non si ribellino mai ed accettino ogni imposizione, anche nel settore animale c’è la marcata tendenza di promuovere un cane che sappia accettare qualsiasi decisione del suo padrone senza mai manifestare dissenso. Ma questa tipologia di animale, è inutile che vi illudiate, non potrà mai essere il cane da guardia che vi garantirà la sicurezza in casa vostra.
 
Quindi, per chi possiede uno dei milioni di cani da salotto che oggi abitano i condomini di tutte le città e che vivono in simbiosi con il loro padrone che li porta a defecare secondo orari prestabiliti, non ci sarà che l’imbarazzo della scelta fra i tantissimi professionisti cinofili, ormai formati ovunque e da chiunque. Per chi desidera un cane "telecomandato", non mancano sicuramente i molti addestratori presenti in ogni città, sempre più abili a trasformare un animale in un soldatino obbediente, ma se volete capire come entrare in sintonia con l’autentico cane da guardia che possedete in giardino, quello capace di cavarsela da solo contro eventuali intrusi malintenzionati, servono “persone del mestiere” capaci di consigliarvi ed istruirvi al meglio.
 
L’ISTRUTTORE CINOFILO per Cani da Guardia FICG è un professionista che oltre ad adempiere a tutti i compiti del CONSULENTE CINOFILO per Cani da Guardia, essere preparato ad affrontare anche i casi più difficili, può tenere lui direttamente le varie sessioni del Corso Base sul Cane da Guardia, importante punto di partenza informativo per qualsiasi famiglia che voglia intraprendere una convivenza di successo con l’animale.
 
L’ISTRUTTORE CINOFILO per Cani da Guardia FICG, non è solamente una persona di grande cultura cinofila, ma innanzitutto un professionista di comprovata esperienza pratica, essendo lui stesso possessore di almeno 2 cani da guardia di forte carattere. Nulla, come aver saputo creare un’armoniosa convivenza con i propri cani da guardia che vivono nel giardino di casa, è utile per trasmettere fedelmente ogni dettaglio necessario a coloro che si stanno invece appena avvicinando a questa nuova esperienza.
 
Per poter insegnare ad altri come convivere al meglio con un cane da guardia, non è sufficiente parlare in modo complicato di cinognostica, cinotecnia, etc., imparata sui libri o appiattendosi il sedere di fronte alle lavagne luminose degli innumerevoli corsi che ormai pullulano nel nostro paese, è invece NECESSARIO, INNANZITUTTO, POSSEDERE DA TEMPO CANI DI FORTE CARATTERE ED AVER DIMOSTATO DI SAPERCI CONVIVERE CON SUCCESSO.
 
Ai veri cani da guardia, non interesseranno mai tutti i diplomi che avete conseguito, né capiranno il significato di tutte quelle parolone inventate dalla cinofilia moderna, quello appartiene ad un mondo artefatto che fortunatamente non conoscono ancora!
 
Il titolo di ISTRUTTORE CINOFILO per Cani da Guardia FICG, è rilasciato solo a chi supera uno specifico esame al termine di uno Stage di 5 giorni, dedicato unicamente a chi è in possesso dei seguenti requisiti:
 
-      Aver partecipato più volte al Corso Base sul Cane da Guardia
-      Aver conseguito la Qualifica di Ispettore Federale FICG
-      Essere in possesso del Titolo di Consulente Cinofilo per cani da guardia FICG
-      Aver partecipato a 2 Stage annuali di aggiornamento gratuito per Ispettori Federali FICG
-      Aver partecipato a 2 Stage annuali di aggiornamento gratuito per Consulenti Cinofili per cani da guardia FICG
-      Essere in possesso di almeno due soggetti (maschio e femmina), di età non inferiore ai 3/4 anni, di cani da guardia di forte temperamento (equivalenti a non meno del 4° livello FICG) che dimostrino un ottimo rapporto con il loro padrone.
 
“La Federazione Italiana Cani da Guardia è nata con il solo scopo di reintrodurre e promuovere il VERO cane da guardia, utile alla sicurezza delle famiglie che abitano in case con giardino; tutto il resto del mondo cinofilo, non ci riguarda. Quindi non riconosciamo o equipariamo nessun'altra figura professionale nata in seno ad altre organizzazioni. Qualsiasi ISTRUTTORE CINFILO per Cani da Guardia FICG dovrà possedere la stessa esperienza con i cani da guardia e seguire quindi lo stesso percorso formativo. A noi non interessa una rapida espansione cino-politica della FICG, ma che continui invece a divulgarsi come sta facendo, portata avanti da persone di sani principi morali e molto entusiaste dei risultati che stanno ottenendo con il loro animale. Questo è il nostro unico obiettivo!”
info@canidaguardia.com - C.F. RMNZMR61L21I470R